Gli errori da evitare se vuoi analizzare i dati della tua azienda

Il tuo staff sta dedicando ogni settimana delle ore di lavoro per poter raccogliere delle informazioni, senza però riuscire a tirare fuori un dato particolarmente utile e concreto? La domanda nasce dal fatto che molti degli imprenditori e titolari di piccole e medie imprese che svolgono lo SpinQuiz (il test gratuito che ho creato insieme […]

Il tuo staff sta dedicando ogni settimana delle ore di lavoro per poter raccogliere delle informazioni, senza però riuscire a tirare fuori un dato particolarmente utile e concreto?

La domanda nasce dal fatto che molti degli imprenditori e titolari di piccole e medie imprese che svolgono lo SpinQuiz (il test gratuito che ho creato insieme al mio staff) scoprono che stanno facendo un grande sforzo attraverso il lavoro manuale del proprio staff.

La notizia si inasprisce perché non arrivano ad ottenere una informazione che può fare la differenza nelle scelte strategiche di gestione dell’azienda.

Un grande spreco!

Questo insieme ad un’altro, rappresentano i due errori più comuni che stiamo riscontrando nelle aziende che stanno svolgendo il nostro test.

Errore N.1 – una scelta sbagliata (da cui è difficile uscirne)

E’ il caso in cui l’azienda ha adottato un sistema di analisi del dato (Business Intelligence) molto complesso e costoso.

Quando mi trovo ad incontrare questa situazione purtroppo vedo che la proprietà è ormai delusa da tutto ciò che ruota attorno al tema della “business intelligence” per cui dopo aver speso un sacco di soldi e aver passato del tempo a sperare di ottenere una soluzione…ecco che torna al modo tradizionale con cui gestiva la propria azienda (con tutte le difficoltà ed i rischi che ne conseguono).

Avendo anche io una attività, per quanto piccola, comprendo fortemente questo comportamento.

Al tempo stesso però, essendo esperto di questa materia, so che è un gran peccato che le aziende tutt’oggi stanno sprecando ogni settimana dei soldi a loro insaputa che potrebbero utilizzare nel fare nuovi investimenti per far crescere la loro impresa al fine di non perdere posizioni sul mercato a favore di una concorrenza spietata.

I rischi che ci sono nell’adottare uno strumento di analisi del dato non adatto alla tua azienda

  • La soluzione è generalmente molto più costosa del necessario. Il motivo è presto detto: lo strumento viene concepito per le grandi aziende (che in America sono tante, ma che in Italia sono ahimè ben poche!).
  • Lo strumento è difficile da utilizzare, da configurare anche se hai dello staff IT interno all’azienda.
  • L’abbandono dello strumento è frequente perché le difficoltà di utilizzo portano l’azienda a non utilizzare più lo strumento e a tornare ai modi manuali e tradizionali con tutti i problemi del caso.

Errore N.2 – quella in cui lo staff sopperisce alla mancanza di uno strumento

Estrarre i dati con attività manuali da parte dello staff in azienda è un’ottima cosa se si sta per la prima volta instaurando in azienda la cultura dell’analisi del dato.

In questo caso, si tratta di un passaggio corretto e naturale in cui trovarsi e che pone le basi per andare poi a scegliere più consapevolmente come migliorare gli aspetti di analisi e di recupero del dato.

Detto ciò, ci sono alcuni problemi nel perdurare nel tempo ad estrarre i dati manualmente:

  • La soluzione è molto più costosa per due motivi:
    • Per il costo orario di ogni persona che lavora per estrarre i dati manualmente
    • Per il costo che hanno le attività non svolte perché le persone devono occuparsi anche di estrarre i dati manualmente.
  • Errore umano di trascrittura:
    • Quando si estraggono i dati manualmente si verificano gli errori di trascrizione. Questo è assolutamente naturale perché siamo esseri umani, però il danno di consultare in maniera inconsapevole un dato sbagliato può essere molto grande.
  • Delicatezza e stress nel recupero delle informazioni
    • Che cosa accade quando una o più persone che estraggono i dati non sono presenti in azienda? Pensa alla malattia, alle ferie o a qualsiasi altro motivo che comporta l’impossibilità di estrarre il dato. L’analisi delle informazioni è troppo importante per dipendere sulla presenza di singoli individui in azienda.
  • Informazione meno completa e di difficile traduzione all’atto pratico
    • Quando si estrae manualmente il dato accade spesso che si fa fatica a mettere insieme i vari pezzi di informazione che arrivano da reparti diversi. Senza contare la difficoltà di apportare modifiche all’analisi che spesso risulta impossibile a causa degli impatti che avrebbe nell’operatività manuale di estrazione. In questo caso il risultato è un’analisi non completa e/o non aggiornata.

Dato che le piccole aziende italiane non hanno esigenze paragonabili alle grandi realtà americane su cui nascono le varie piattaforme di business intelligence, ho scelto di creare SpinData.

Grazie a SpinData ogni persona di riferimento in azienda potrà avere autonomia nella consultazione del dato, indipendentemente dalla presenza di altre persone e senza perdere tempo nel recupero dei dati.

Il mio obiettivo è quello di portare in Italia AUTONOMIA e PRATICITA’ in un tema così vitale come la business intelligence che purtroppo è resa difficile alle PMI italiane a causa di una concorrenza troppo complicata e dai costi esosi.

Ma adesso ti chiedo:

Quanto stai spendendo oggi dal non avere un sistema di analisi del dato in azienda e quanto può guadagnare la tua azienda dal servizio SpinData?

Per rispondere a questa domanda ho creato un semplice quiz che puoi fare velocemente online e che ti darà ottimi spunti su cui riflettere!

Puoi svolgere questo test (gratis ovviamente), che ho chiamato SpinQuiz direttamente da qui => https://www.spindata.it/spinquiz/

Pensa che ho creato questo test insieme a tutto il mio staff aggregando le varie situazioni delle aziende che abbiamo servito in tutti questi anni. Troverai quindi domande mirate ma soprattutto riceverai un risultato che penso proprio ti sarà utile.

Clicca qui per fare subito lo SpinQuiz.

Decidi in base ai numeri!

Narcisio Di Ninni
Fondatore di SpinData®